Chi di voi non vorrebbe usufruire della professionalità di un esperto nei servizi di energia elettrica, gas, telefonia mobile, fissa e connettività? Un professionista che, come obiettivo, non ha la firma su un contratto di fornitura, ma la gratitudine del cliente per il servizio offerto. Questo professionista esiste e il suo nome è Utility Manager, una nuova figura professionale il cui profilo è stato definito dalla norma Uni11782 pubblicata il 16 aprile 2020. La norma definisce il profilo dell’Utility manager individuando circa 41 conoscenze, 42 abilità e 15 competenze, in conformità al quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework – EQF). Accredia in questi giorni ha avviato un nuovo iter di accreditamento per la certificazione di questa figura professionale. Davanti a una giungla di consulenti che si spacciano come professionisti del settore quando il loro fine non è altro che siglare il contratto con il fornitore per cui lavorano, diventa di assoluta importanza certificare la nuova professione per offrire la massima garanzia al cliente. La certificazione, rilasciata da Accredia, è un documento che comprova l’abilità, la competenza e la deontologia di chi opera e permette al Manager delle Utenze di porsi sul mercato con una qualifica professionale garantita. Questa figura professionale è presente da tempo sul mercato ma come piena espressione delle professioni libere quindi senza alcun requisito specifico. La norma, invece, ha come finalità quella di creare una base di riferimento sia per i professionisti sia per il mercato in generale, cittadini e famiglie comprese che si rivolgono o vengono contattati da persone che propongono continuamente offerte nel settore delle “utenze”. L’Utility Manager deve possedere alcuni requisiti di base come il diploma di scuola secondaria di secondo grado e frequenza con esito positivo di un corso di formazione specifica nell’ambito delle utenze di almeno 24 ore nei 24 mesi antecedenti la richiesta di certificazione e almeno 2 anni di esperienza nel ruolo. Per ulteriori informazioni e approfondimenti rivolgersi a Innova telefonando allo 0547/75621 o scrivendo un’email a info@innovagruppo.it.