Spesso sulla confezione di un prodotto troviamo scritte che convincono ad acquistarlo come “fatto con amore”, “fa bene alla salute” o, per chi guarda alla dieta, “ad alto contenuto di proteine”, “artigianale”, a “Km 0”. Ma siamo proprio sicuri che queste affermazioni siano veramente affidabili? Chi ce lo garantisce? Sono informazioni verificabili o fanno parte del “circo” pubblicitario?

Al cliente, catapultato in questa giungla di etichettature diverse e vari modi di interpretare l’informazione pubblicitaria, resta l’arduo compito di uscirne sano e salvo, senza prendere l’ennesima fregatura. Per fortuna a dissipare la confusione e consentire alle organizzazioni di fornire informazioni credibili e verificabili ci sono le linee guida di Iso: la specifica tecnica ISO/TS 17033 del 2019 che tutela i consumatori con l’obiettivo di avere etichette con informazioni chiare, ben comprese e soprattutto affidabili. La norma stabilisce le modalità fissate a livello internazionale per l’applicazione di dichiarazioni etiche credibili. Destinata a produttori, fabbricanti, importatori e qualsiasi altra parte interessata, il documento riguarda aspetti che vanno dalla produzione locale (a Km 0) al non impiego di lavoro minorile, dal benessere degli animali al commercio equo.

In Accredia (l’ente italiano di accreditamento che opera senza scopo di lucro sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico) è iniziato l’iter affinché anche in Italia trovi applicazione la norma internazionale ISO/TS 17033 identica in tutti i paesi della UE così come negli USA e in Giappone.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti rivolgersi a Innova telefonando allo 0547/75621 o scrivendo un’email a info@innovagruppo.it.