Volete ritinteggiare le pareti esterne della vostra casa? Benissimo, nel 2020 avrete la possibilità di godere di una detrazione pari al 90% e ogni 100 euro spesi quest’anno se ne sconteranno dall’Irpef 9 all’anno (dal 2021 al 2030). Ma se la facciata da pitturare non è visibile dalla strada non avrete diritto al maxisconto, ma solo al 50% sulle ristrutturazioni edilizie. Comunque non disperate perché, come previsto dalla nuova Legge di Bilancio 2020 e dal decreto fiscale 2020, sono veramente moltissimi i casi grazie ai quali ottenere i bonus e le relative detrazioni. Si parte dagli sconti per la riqualificazione energetica e per le ristrutturazioni fino ad arrivare al bonus mobili e al bonus verde (giardini). Se una ristrutturazione non rientra in uno specifico settore magari rientra in un altro. Per esempio finestre, portoni, recinzioni, tetti e lastrici solari è vero che sono esclusi dal bonus facciate ma possono avere una o più detrazioni differenti (dal 36% in su) rientranti nel bonus verde. L’agevolazione del 90%, invece, si applica a balconi, parapetti, grondaie, pluviali, cornicioni, ornamenti, fregi e componenti impiantistiche (come antenne e condizionatori). Ricordate che In caso di lavori che beneficiano di più sconti conviene fatturare e pagare in modo separato gli interventi effettuati. Il mezzo da usare è il bonifico parlante (per recupero edilizio o risparmio energetico) mentre il bonus verde ammette anche carte, assegni e bonifici ordinari. Da tenere a mente, infine, che il bonus facciate non è ammesso in alcune aree a bassa intensità di urbanizzazione. La detrazione, infatti, è limitata alle spese per edifici esistenti ubicati in “zona omogenea” A o B. Restano fuori le aree destinate a nuovi complessi insediativi con bassa densità di urbanizzazione. Per ogni informazione rivolgersi a innova a Innova, telefonando allo 0547/75621 o scrivendo un’email a info@innovagruppo.it.